Angelo di mino

angelNato nel 1987 a Palermo, si laurea in violoncello col massimo dei voti al conservatorio V.Bellini di Palermo sotto la guida di Giovanni Sollima e Francesco Fontana; sin dal primo approccio con la musica coltiva, contemporaneamente al violoncello, la passione per la composizione. Nel 2007 collabora con Antonio Di Mino e Giovanni Sollima all’installazione “In Cross/Linee di Canto”, tenutasi ai cantieri culturali della Zisa di Palermo e nel 2008 a “Skinning PG”, installazione e workshop tenutesi alla rocca Paolina di Perugia. Nello stesso anno è stato selezionato con il trio “A’ Rebours” alle finali del festival internazionale di composizione per cinema muto “Strade del Cinema” tenutosi ad Aosta e successivamente forma con Alessandro Librio un duo volto alla ricerca e alla sperimentazione. Il duo entra a far parte dello staff di Oliviero Toscani a Salemi ed è chiamato ad esibirsi in numerosi concerti e performances. Nel 2009 il duo viene invitato da Oliviero Toscani ad esibirsi a New York (Openhouse Gallery, Manhattan) in occasione di una mostra fotografica a cura dello stesso; nel 2010 il duo si esibisce a Londra al “Waterside Project Space” con la performance “3.00″; nello stesso anno si esibiscono alla Pinacoteca di Follonica e alle Gallerie dell’Accademia di Venezia in occasione della Biennale. Collabora inoltre con l’associazione culturale Curva Minore, dove entra a far parte dell’ensamble “Contemporary Sounds Unity”, gruppo volto all’esecuzione di musica contemporanea e alla musica sperimentale in Italia e all’estero. Nel 2010 forma, con Francesco Incandela, Sergio Zanforlin e Luca Lo Bianco gli “String Sharper Quartet”, un quartetto d’archi volto alla rivisitazione del repertorio pop/rock e all’inedito che, nell’anno seguente, viene invitato a salire sul palco del teatro Politeama Garibaldi per la prestigiosa stagione 2011/2012 degli “Amici della Musica” di Palermo. Nel 2011 collabora con i Ti.Pi.Cal (storica band dance palermitana) nell’album “Stars” (feat. Josh Colow – Universal) e fonda “Hysterical Sublime” una band dove oltre ad essere l’autore dei brani e violoncellista, ricopre il ruolo di cantante. Nel 2013 il progetto Hysterical Sublime guadagna la prestigiosa produzione artistica di Marco Trentacoste (Deasonika/Le Vibrazioni/Delta V/Ramazzotti/Ferreri etc) col quale incide l’EP di debutto alle Officine Meccaniche di Milano; nello stesso anno incide con gli String Sharper Quartet l’album d’esordio “Blending” (Fitzcarrarldo Records). Dal 2013 affianca alla carriera di musicista quella di produttore, specializzandosi nella scrittura e nell’arrangiamento di archi/parti orchestrali per la musica pop/rock collaborando con diversi artisti, musicisti e band italiane. Lungo questi anni ha scritto le musiche per diversi spettacoli teatrali e ha collaborato con diverse band pop/rock e compositori/cantautori/musicisti italiani ed internazionali tra cui Giovanni Sollima, Mauro Pagani, Marco Cappelli, Giovanni Ricciardi, Luca Trevisani, Pippo Pollina, Fabrizio Cammarata & The Second Grace, Le Cordepazze, Eimog, Alessandro Mancuso (premio MEI 2005), Iotatola, Angelo Sicurella, Giacomo Cuticchio, gli O.I.D, gli Istant Composer’s Pool (Tristan Honsinger), Andreas Wagner, Adam Rudolph e tanti altri. Suona un violoncello C.A.Testore del 1733.